E' ripartito il "Cacate Rivolta Tour" 2020 di Solidarancia!!! Tutte le tappe.

Feb 112020
 

Il “Cacate Rivolta Tour” porta me e un libro, Solidarancia, in giro per l’Italia a raccontare una parte bellissima del nostro Paese: l’accoglienza.

Nel 2020, in Italia, c’è chi si ribella all’odio, al razzismo e alla pochezza culturale sovranista. Questa rivolta popolare è un moto fortissimo. La possiamo definire, in tutte le accezioni del termine, una rivolta DISARMANTE. All’ignoranza vengono opposte montagne di libri e storie (… il #cannoneAstorie non spara mai a salve!), al razzismo viene opposta l’accoglienza.

Di posti – e di persone! – così, l’Italia è piena. Resistono e si ribellano alla barbarie, ogni giorno.

Questa rivolta quotidiana è proprio ciò che auspicavano i personaggi di Solidarancia:

Non dobbiamo lasciarci travolgere dall’emotività. Dobbiamo masticare e assaporare tutta questa sofferenza, nutrircene, lasciarci squassare e straziare le budella, e poi ricacarla fuori, sotto forma di rivolta. Per evitare che questo accada un’altra sola maledetta volta

Ed è reale.

Dopo il lockdown, il Cacate Rivolta Tour 2020 ha ripreso la sua marcia!

Andremo a:

Cacate Rivolta Tour Solidarancia
  • Roma, 5 agosto ad Habicura (piazzale Verano). Ore 18 e 30.
  • Granarolo (BO) assieme ai giardinieri da guerriglia l’11 settembre.
  • e in tanti altri posti!

Maggiori informazioni le troverete poi nel calendario qui sotto, man mano che gli eventi verranno definiti con orari e luoghi.

Come nasce l’idea del “Cacate Rivolta Tour”

Gli scrittori vengono normalmente invitati in normalissime librerie a promuovere libri normali. Io no.

Chi invita Solidarancia non è normale. Nel senso bello del termine. Ha sempre uhn motivo, un punto di contatto forte con il libro e con me. Ha sempre una storia da raccontare.

E allora raccontiamola!

Così sono finita a Udine dai carsisti-leninisti a confrontare la rotta libica con la rotta balcanica e dai rifugiati della Valmarecchia a raccontare i lager libici assieme a chi ne è sopravvissuto e all’ANPI.

Così continuerò dialogando con i progetti SPRAR di Anticoli Corrado e Roviano e con i giardinieri da guerriglia di Granarolo e con tante altre realtà che meritano di essere raccontate.

Chi invita Solidarancia, per fortuna, non è normale.

Accoglienza vuol dire scambio

L’OSPITE è chi ospita, ma anche chi viene ospitato.

“Solidarancia” è un libro che non è rimasto solo libro. Ha già prodotto una rete transnazionale di contatti con rifugiati, un collettivo di attivisti (il Josi & Loni Project).

Produce attivismo. L’ho detto all’editore (People), nella seconda ristampa dovrebbero apporre un’etichetta: “Attenzione: questo libro può provocare attivismo. Tenere lontano dai bambini e dagli anziani“.

Racconti dalle tappe passate del Cacate Rivolta Tour:

(da non dimenticare, mai!)

Chi vive tra 4 mura mentali, un viaggio così non potrà mai farlo. E capirlo.

Alcune tappe delicate del Cacate Rivolta Tour sono state e saranno possibili soltanto grazie alle vostre donazioni. Grazie!!!!

Questo blog ha bisogno di aiuto, scopri perchè. Qui sotto trovi il link alla donazione con PayPal o carta. Sappi che il blog farà fruttare parecchio ogni euro che arriverà e ti renderà fiero di averlo donato.



Iscriviti alla newsletter

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio