E' ripartito il "Cacate Rivolta Tour" 2020 di Solidarancia!!! Tutte le tappe.

Ott 022020
 

L’uomo dell’acqua è un soggetto cinematografico un po’ vecchiotto (2008), ma tragicamente attualissimo perché in 12 anni in Italia poco è cambiato per chi arriva nel nostro paese e la legge Bossi Fini è ancora in vigore.

Scritto a quattro mani da Carolina Drago e Sarita Fratini, L’uomo dell’acqua vinse uno dei premi Storie per il Cinema nell’ambito del Premio Solinas 2008. Non è mai diventato un film, ma è rimasto lì, per dodici anni, a testimoniare un periodaccio a quanto pare non ancora concluso.

L’uomo dell’acqua è la storia di un leghista lombardo della prima ora, il risaiolo Teresio, che si ritrova in casa una famiglia di immigrati clandestini e tenta (per sua convenienza) di regolarizzarne la presenza in Italia.

Perché leggere oggi L’uomo dell’acqua?

Recentemente, di fronte ad una birra, io e Carolina abbiamo ripensato a questo racconto e abbiamo convenuto che è una storia ancora attualissima. Basta cambiare il nome di Bossi con quello di Salvini, aggiungere un paio di decreti sicurezza… ed eccola lì, l’Italia, nella sua immobilità, nel loop che ingoia tutti coloro che vi arrivano.

Gli scrittori sono in genere contenti quando si rendono conto di aver scritto una storia che sopravvive agli anni, che rimane leggibile ed attuale. Noi non lo siamo!

Vi riproponiamo L’uomo dell’acqua sperando che un giorno diventi inattuale e sorpassato.

Potete scaricarlo gratis cliccando qui sotto

Se vi servono altri formati, chiedetelo nei commenti e li aggiungerò.

Molte delle cosette che scrivo (libri, reportage, racconti) sono leggibili e scaricabili in formato digitale sul questo blog, gratuitamente, perché so che tra i miei lettori ci sono tante persone che non hanno le possibilità economiche di comprare libri ma hanno tanta voglia di leggerli.

Se pensate che questo sia una follia e se siete preoccupati che muoia di fame io, beh, in questo caso potete donare qualcosa al sito usando il bottone qui sotto. La vostra donazione non servirà a pagare questo testo – che è gratis – ma mi sarà utilissima per scrivere le prossime cose.

Questo blog ha bisogno di aiuto, scopri perchè. Qui sotto trovi il link alla donazione con PayPal o carta. Sappi che il blog farà fruttare parecchio ogni euro che arriverà e ti renderà fiero di averlo donato.



Iscriviti alla newsletter

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio