In questo periodo il mio blog dà voce alle persone rinchiuse nei lager della Libia. Leggi gli aggiornamenti!

Dic 022019
 

sbarchi. "UNHCR spinge persone in mare"

C’è chi mi accusa di fare FUOCO AMICO e di usare toni troppo accesi nel raccontare e denunciare cosa sta avvenendo in Libia. Questa è la mia risposta:

Il mio non è FUOCO AMICO perché quelli che occultano cosa avviene in Libia NON SONO AMICI.

Non sono miei amici e non sono amici dei rifugiati vittime del “sistema Libia”. Tutto il contrario: sono NEMICI. Nemici dei rifugiati, nemici dell’umanità e della verità. Tacendo, raccontando l’1% di ciò che avviene, cedendo al compromesso del “racconto solo cosa mi fanno raccontare, è meglio di niente”, essi sono parte stessa dell’inumano “sistema Libia” e sono più nocivi degli stessi assassini e torturatori.

Prendetelo come il manifesto di questo blog. Un blog LIBERO.

Già che ci sono, riassumo qui i principi che sto seguendo:

PRIMO: Io sono una portavoce e restituisco la voce alle vittime

SECONDO: io non ho padroni o gente che mi indichi cosa scrivere e cosa non scrivere. Quindi scrivo TUTTO ciò che mi raccontano le vittime.

(dopo averlo, ovviamente, controllato incrociandolo con documenti e altre testimonianze)

Le vittime del sistema Libia mi segnalano, tutte, che chi dovrebbe aiutarle, chi E’ PAGATO per aiutarle, non lo fa.

Io denuncio questa cosa.

Sì, i miei toni sono tosti, aspri, a tratti agghiaccianti. Sono gli stessi toni di Kissa, giovane rifugiata che sto seguendo da quasi un anno, sono gli stessi toni dei sopravvissuti al bombardamento di Tajoura: “La realtà è questa, Signori, nuda, semplice e cruda. Se la tacete, se ne edulcorate un pezzo per non pestare i piedi a qualcuno, diventate complici”.

(Non mi invitate a parlare di Libia nei convegni e nei talk show? Pazienza!)

Questo mondo deve rivedere il concetto di “amico dei rifugiati”.

Gli “amici” sono quelli che non si girano dall’altra parte, che denunciano ciò che vedono.

I miei amici sono così. E per fortuna sono tanti.

Questo blog ha bisogno di aiuto, scopri perchè. Qui sotto trovi il link alla donazione con PayPal o carta. Sappi che il blog farà fruttare parecchio ogni euro che arriverà e ti renderà fiero di averlo donato.



Iscriviti alla newsletter

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio

Ciao, questo sito utilizza utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi