In questo periodo sto girando l'Italia con il "Cacate Rivolta Tour" 2020 di Solidarancia. Tutte le tappe.

Solidarancia a Lecco con “Comitato Noi Tutti Migranti” CGIL, “Sesto Senso” ed Emergency.

 

Solidarancia a Lecco

Quando:
28/02/2020 20:30
2020-02-28T20:30:00+01:00
2020-02-28T20:45:00+01:00
Dove:
sede CGIL di Lecco
Via Besonda Inferiore
11 - 23900 Lecco
Costo:
Gratuito

Il Cacate Rivolta Tour 2020 farà tappa a Lecco il 28 febbraio. Ospite del Comitato Noi Tutti Migranti di CGIL Lecco, del gruppo Emergency di Lecco-Merate e dell’associazione Sesto Senso di Bellano.

Purtroppo, a causa dell’emergenza sanitaria per il coronavirus, la Regione Lombardia ha deciso di interrompere tutte le manifestazioni culturali.

E quindi anche l’evento di Solidarancia a Lecco è stato annullato.

 


Peccato. Ero molto felice di questo invito a Lecco e del confronto con gruppi di persone che, pur non avendo ancora 80 anni, già “cacano rivolta”, con quotidiana costanza.


Chi ha preso in mano “Solidarancia” convinto di leggere un romanzo sull’utopia, si è poi reso conto che l’utopia è un luogo che non esiste OGGI, ma che possiamo creare se ci svegliamo e se ci uniamo. Il Cacate Ricolta Tour racconta gruppi di persone sveglie, unite e REALI. Eccone tre!

Sarita

 

Ed ecco qui alcune informazioi sulla serata:

Solidarancia a Lecco con “Comitato Noi Tutti Migranti” CGIL, “Sesto Senso” ed Emergency.

La nave di Solidarancia attraccherà presso quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno, ma il cuore e i sentimenti del suo equipaggio saranno rivolti a ore 6, verso Sud, verso la Libia.

L’incontro si terrà il 28 Febbraio alle ore 20.30 .

La sede è quella della CGIL di Lecco in Via Besonda Inferiore, 11 – 23900 Lecco (LC).

Qui trovate l’evento Facebook.

Le associazioni coinvolte, a Lecco saranno:

– “Comitato Noi Tutti Migranti” di Lecco;

– associazione “Sesto Senso” di Bellano (LC);

gruppo Emergency di Lecco-Merate.

 

Solidarancia

Edito nel 2019 dalla casa editrice People, “Solidarancia” è un romanzo ambientato tra l’Italia e la Libia, nel mondo di oggi. È la storia di una banda di anarco-insurrezionalisti ottantenni con un folle piano: trovare una nave, andare in Libia e liberare i migranti chiusi nei campi.

Può un romanzo ironico e quasi picaresco innestare un moto di resistenza popolare contro le deportazioni di migranti nei campi di concentramento della Libia?
In questo strano mondo, sì.

La scalcinata immaginaria banda di “SOLIDARANCIA” ha dato origine ad un collettivo reale, il JLProject, e ad una rete transnazionale di contatti tra rifugiati reclusi nei campi libici e avvocati che si occupano di diritti umani.

Da oltre un anno, Sarita segue quotidianamente l’odissea di un nutrito gruppo di rifugiati deportati in Libia (anche da navi battenti bandiera italiana) e reclusi nei campi dell’area di Tripoli. Che sono veri e propri lager.

Per questo motivo può raccontare storie in presa diretta dall’inferno libico e rispondere alle domande che arriveranno.

NOTA DI SARITA

Ad agosto 2016, come volontaria di Emergency e come persona, approvai la sofferta decisione di Emergency di interrompere le sue attività in Libia e concentrarsi solo sull’assistenza agli sbarchi in Sicilia. Ma forse non la compresi in pieno.
Durante tutto il 2019 ho seguito, personalmente e quotidianamente, la vita dei rifugiati in Libia, dentro e fuori i campi. Con il JLProject abbiamo affrontato 3 emergenze mediche e capito, esattamente, perché un medico NON PUO’ fare veramente il medico nel sistema dei lager libici.
Un medico deve essere indipendente e neutrale. Deve curare TUTTI, senza discriminazioni. Stasera vi racconterò perché queste cose non sono possibili in Libia. Vi racconterò 3 storie vere. E forse, partendo da queste storie, capiremo assieme il senso, altissimo, del lavoro di Emergency in tutto il mondo e, viceversa, la bassezza di chi ha portato l’Italia nel baratro morale del Memorandum con la Libia.

Questo blog ha bisogno di aiuto, scopri perchè. Qui sotto trovi il link alla donazione con PayPal o carta. Sappi che il blog farà fruttare parecchio ogni euro che arriverà e ti renderà fiero di averlo donato.



Iscriviti alla newsletter

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio

Ciao, questo sito utilizza utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi