Mag 022016
 

Il nostro gioco, PappaVera, sta continuando e io e Nadia abbiamo deciso di complicarlo un po’, allontanandoci più possibile dalla “solita minestra”.

Ci stiamo quindi specializzando nel cucinare pesci nuovi e a sperimentare nuovi piatti.
Però adesso, come dice sempre Nadia, “Fermaaaaaaa!”: questo è il periodo dei piselli freschi e gli dedichiamo un capitolo di PappaVera nonché, stavolta, una vera ricetta.

Quando ero piccola adoravo sgranare i piselli freschi. Non so perché ma era così.
Forse piace a tutti i bambini perché anche Nadia lo adora. Si mette lì sul tavolino e pian pianino li sgrana tutti ad uno ad uno.

Io non compro mai piselli surgelati o in scatola, mi fanno tristezza. Ma adesso siamo in primavera e i banchi del mercato sono pieni di piselli. Io e Nadia li compriamo spesso: lei li sgrana e io penso a come cucinarli. Delle tante ricette sperimentate questa qui sotto ha, per noi, raggiunto la perfezione.

Buona ricetta e buon gioco!

Stampa

Vellutata di piselli allo zenzero con crostini e guanciale croccante

Prima di tutto ricordatevi che anche se la ricetta di oggi (in confronto ai piatti che vi abbiamo presentato fino ad ora su PappaVera) sembra una cosa da grande chef… è sempre un gioco. Come al solito io e Nadia andiamo assieme a fare la spesa e lei memorizza la lista delle cose che ci servono. Bè, non se le può ricordare proprio tutte tutte stavolta, perché è una lista lunga.
Piatto primo
Cucina italiana
Porzioni 4
Chef sarita

Ingredienti

  • 150 grammi (senza baccelli) piselli freschi
  • 2 patate
  • 1 porri
  • 1 cipolle (meglio se fresca)
  • 1 pezzetto zenzero
  • 1 pezzetto sedano
  • 1 fetta prosciutto cotto
  • Panna da cucina
  • Olio d'oliva
  • sale
  • 1 fetta guanciale
  • 2 fette pane

Istruzioni

Preparazione

  1. Una volta fatta la spesa si va a casa a sgranare i piselli.
  2. Poi si lavano ben bene tutte le verdure, strofinandole con le manine immerse nel lavandino pieno d’acqua.
  3. Poi ci si cambia i vestiti e si asciuga la cucina…
  4. A questo punto c’è un lavoro off-limits per i bambini piccoli: tagliare a pezzettini le verdure per il soffritto. Ci pensa la mamma.
  5. Affetto porro, cipolla, sedano e zenzero. Attenzione a quest’ultimo, secondo me è un ingrediente fondamentale per questa zuppa, che altrimenti avrebbe un sapore troppo dolce e sicuramente meno interessante: provare per credere.
  6. Taglio a dadini le patate e a pezzetti il prosciutto cotto.

In pentola...

  1. Un giro d'olio d'oliva e soffriggo porro, cipolla, sedano e zenzero, con l’aggiunta della fetta di prosciutto cotto a pezzettini.

  2. Non appena il soffritto è dorato aggiungo le patate a dadini. Unisco anche i piselli e faccio rosolare a fuoco vivace.

Andiamo a giocare

  1. Abbasso la fiamma al minimo, aggiungo acqua e sale. Andiamo a giocare. La nostra zuppa deve cuocere mezz’ora.

  2. Una volta cotta spegniamo la zuppa, la facciamo raffreddare un minimo e poi la frulliamo. La rimettiamo sul fuoco e ci aggiungiamo la panna. Se non vi piace la panna o pensate di essere allergici ai latticini come mezza Italia, potete non metterla, ma in questo caso negli ingredienti della zuppa aggiungete un’altra patata.
  3. Giriamo per pochi minuti ed ecco pronta la nostra vellutata.

La guarnizione

  1. Per quanto riguarda la guarnizione io propongo:
  2. - Per i piccolissimi olio d’oliva, crostini se li mangiano e al limite pecorino romano a scaglie.

  3. - Per i meno piccoli e gli adulti crostini di pane, guanciale croccante, pepe e un giro d’olio d’oliva.

  4. Il guanciale croccante lo otterrete facilmente tagliando a striscioline una fetta di guanciale e buttando le striscioline in una padella bollente SENZA OLIO. Un attimo prima che il guanciale bruci va tolto. Si, deve quasi bruciare per divenire croccante.

Note

Gli adulti possono accompagnare questo piatto con un Pinot Nero.

I bimbi cresceranno, ma già capiscono la differenza tra la solita minestra e questa vellutata. Nadia dopo aver mangiato il primo ne ha voluto un secondo piatto.

  Un Commento per “Vellutata di piselli allo zenzero con guanciale croccante: mai più la solita minestra!”

  1. […] Il nostro gioco, PappaVera, sta continuando e io e Nadia abbiamo deciso di complicarlo un po’, allontanandoci più possibile dalla “solita minestra”. Ci stiamo quindi specializzando nel cucinare pesci nuovi e a sperimentare nuovi piatti. Però adesso, come dice sempre Nadia, “Fermaaaaaaa!”: questo è i… saritalibre.itLINK ALLA RICETTA […]

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio

Ciao, questo sito utilizza utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi