Lug 272017
 

27/07/2017 Defend Europe, la nave anti-migranti di Generazione Identitaria, appoggiata e finanziata in Italia da personaggi e forze politiche di destra, è stata fermata e l’equipaggio arrestato.

Sto cercando di scrivere questo articolo in modo più serio possibile ma… NON CI RIESCO.

In realtà quello che vorrei è dare una festa e brindare all’affondamento mediatico di questo branco di individui.

Quindi vi riporto qui la rassegna stampa di oggi….

  • La Repubblica titola “Migranti, traffico di esseri umani, fermata la nave anti-Ong.La C Star è stata presa in affitto da Defend Europe e Generazione identitaria con una sottoscrizione pubblica. Arrestati comandante e proprietario, a bordo una ventina di tamil
    leggete l’articolo qui
  • Il Fatto Quotidiano: “Defend Europe, la nave anti-migranti ferma a Cipro: “Arrestati armatore ed equipaggio, a bordo cingalesi irregolari”.
    Nell’articolo viene spiegato che “L’equipaggio di Defend Europe avrebbe garantito a cittadini dello Sri Lanka un passaggio in Europa al costo di 10 mila euro a testa“.

Scafisti della peggior specie?

… E pure cari.

Defend Europe si sta difendendo dicendo che i Tamil mentono e che “sono stati corrotti dalle ONG”.

Vedremo.

Su Twitter in realtà la festa per l’affondamento mediatico di questa gente c’è.

 

Aggiornamento 28/07/2017
I 20 cittadini cingalesi vengono fatti scendere a Cipro.

L’equipaggio di Defend Europe secondo La Repubblica si difende così dall’accusa di traffico di esseri umani:

“Le fake news delle Ong sono state smascherate”, dice Defende Europe nell’annunciare che la missione continua. Secondo l’associazione, i venti marinai cingalesi a bordo sarebbero stati regolari “apprendisti” che avrebbero pagato per svolgere il numero di miglia necessario per ottenere il diploma e avrebbero dovuto sbarcare in Egitto per far ritorno a casa. Arrivati a Cipro, è l’accusa di Defende Europe, alcuni dei marinai sarebbero stati avvicinati a terra da esponenti di Ong e corrotti nel tentativo di fabbricare prove false a carico del comandante e del proprietaroo della nave.

(fonte La Repubblica)

Pare che questi “regolari apprendisti” abbiano pagato ben 10 mila euro a testa. Un costo un po’ altino per un semplice corso di nautica.

 Lascia una Risposta:

obbligatorio

obbligatorio

Ciao, questo sito utilizza utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi